Negli ultimi anni si è assistito a un drastico incremento dei disturbi legati all’alimentazione.

Possibili motivazioni:

  • Cause genetiche
  • intolleranze
  • cattiva alimentazione
  • stress
  • errati stili di vita

Sintomatologie:

  • problemi all’apparato intestinale
  • cefalee
  • facile irritabilità
  • insonnia
  • rapido affaticamento
  • difficoltà di concentrazione
  • dolori addominali
  • pruriti
  • disturbi urinari
  • dolori articolari
  • dolori muscolari.

Cosa fare quando il nostro corpo ci parla e ci segnala che qualcosa non va come in queste sintomatologie?

È necessario affrontare la questione in modo serio affidandosi a professionisti che, attraverso test specifici – come il test intolleranze alimentari e il test per la diagnosi di disbiosi intestinale – possano risalire all’origine del problema e risolverlo

Test intolleranze alimentari

Nel caso di sospette intolleranze, molto importante è innanzitutto ricostruire l’esperienza del paziente ed esaminare i suoi sintomi. Il test si esegue mediante la somministrazione di un tampone buccale per il prelievo di un campione di saliva per valutare il funzionamento di geni, responsabili dell’intolleranza e della sensibilità al lattosio, glutine, glucosio e ad alcune molecole, tra cui le tossine da cottura, sale, alcool.

In base ai risultati del test, Medici e Nutrizionisti LabQuarantadue elaborano un piano nutrizionale personalizzato che consente di:

  • Limitare i danni dovuti all’alterato funzionamento dei geni;
  • Potenziare l’attività benefica dei geni;
  • Predisporre una corretta combinazione degli alimenti.

Questo permette al paziente di convivere in modo positivo con le intolleranze ed evitare l’insorgere di ben più gravi patologie.

Test disbiosi intestinale

La disbiosi intestinale è una condizione che intacca i “germi amici” della flora batterica intestinale adibiti alla pre-digestione degli alimenti, alla stimolazione del sistema immunitario e allo sviluppo di sostanze che proteggono la mucosa intestinale.

Sintomatologie:

  • stanchezza
  • gonfiore
  • difficoltà digestiva
  • inappetenza
  • prurito anale
  • candida alle unghie
  • candida vaginale

Possibili cause:

  • terapia antibiotica prolungata
  • cattiva alimentazione
  • intolleranza al lattosio
  • infezione batterica
  • infezione virale

Qualora le analisi relative alle intolleranze alimentari diano risultati negativi, si approfondisce il tema della disbiosi intestinale con una diagnosi basata su due test specifici:

  • Test microbiologico effettuato su campione di feci
  • Test biochimico effettuato su campione di urine.

Gonfiore di pancia e problemi gastrointestinali: cosa possiamo fare per te?

Sulla base dei risultati ottenuti, gli specialisti degli ambulatori LabQuarantadue studiano e propongono al paziente un programma volto alla gestione di eventuali intolleranze e al recupero del benessere. Il nostro approccio multidisciplinare ci permette di andare a fondo delle cause e preparare un piano personalizzato, con incontri periodici per la verifica dei progressi.

Se anche tu hai almeno una di queste sintomatologie da tempo e non sai come risolverle, contattaci subito perché possiamo davvero aiutarti. Il primo consulto è sempre gratuito e senza impegno.